Storia di una Stella

Un grido di gioia rompe il silenzio che si crea quando la luce della Stella Cometa illumina a giorno tutto il bosco circostante: “Evviva!!! Sii!!! Ce l’abbiamo fatta!!! Ma quanto grande è??”.

È lunga più di 360 metri, e ben 165 lampadine forniscono la luce per illuminare una Stella che si vede a molti chilometri di distanza. Ma non c’è solo l’elettricità a illuminare quella Stella: c’è anche tutto il cuore, la gioia, la felicità, il sudore e la fatica che un gruppo di giovani, con le loro famiglie costrette a turno a rinunciare alla loro presenza al cenone, hanno messo in questo lavoro per creare qualcosa di unico, che possa portare ogni volta nelle case un po’ di quello spirito natalizio che li ha spinti a scalare un monte e a costruire per tutti una Grande Stella, per mostrare al mondo che il Natale è arrivato.

Molte cose sono successe da quel meraviglioso momento a oggi, dal rinnovamento totale dei 1200 metri dell’impianto elettrico del 1996 all’incendio che nel 1998 ha richiesto il taglio dei fili di nylon; anche sulla Stella sono state provate delle modifiche, dall’introduzione del faro centrale alle accensioni alternate dei raggi, ma forse la Stella più bella rimane ferma, come una vera cometa proveniente da Betlemme che ogni Natale solca il cielo, per annunciare la nascita del Bambin Gesù.
Un solo anno la Stella non ha potuto brillare nel cielo di Natale; la neve caduta nella notte del 23 dicembre ha impedito il transito del trattore lungo la strada che dalla contrada Manfron permette di far arrivare il materiale fino a circa duecento metri dalla Baracca, da dove poi ci si serve di un verricello.
Anche la Baracca è stata oggetto di restauro in seguito ad un’eccezionale nevicata: più di un metro e mezzo di neve hanno avuto ragione della buona volontà del tetto della stessa di rimanere in piedi, ma nel dicembre successivo era già stata riparata e pronta per accogliere nuovamente quanti avrebbero lavorato.

Attualmente la Stella ha una “coda lunga” di 300 metri, con 57 lampadine da 40W, e una “coda corta” di 240 metri, con 45 lampadine sempre da 40W. I suoi 8 raggi sono lunghi ognuno 32 metri, e portano ciascuno 8 lampadine da 60W. Verso la metà degli anni ’90 venne introdotto un faro da 300W che da allora lampeggia al centro della Cometa, per due sere nelle quali la Stella splende sui monti della Val Leogra.

vista_stella_cometa_1

[social_share]

2 commenti su “Storia di una Stella

  1. Che forza sta stella cometa … complimenti. Pensare a gente che si dedica a un’impresa sel genere per amore del suo significato è il Valore aggiunto che rende ancora più splendente tale record.

    Congratulazioni e… buon Natale

  2. Grazie!
    Grazie a tutti…
    È la Nostra Stella, per tutti:
    per chi abita, per chi è di passaggio, per chi viene apposta da fuori per vederla e goderla!
    Avete fatto un grande lavoro che porta una grande gioia a ciascuno di noi, piccoli e grandi, modesti e ricchi… GRAZIE!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: